SEGUICI SUI SOCIAL
Siamo attivi anche sui social. Seguici
Commenti recenti
    Categorie
    0
    Segnalata la presenza su uva da tavola, in Puglia e in Basilicata, di Spodoptera Littoralis
    Posted 3 ottobre 2014 / By michele / italiano

    È stata segnalata la presenza su vite da tavola del nottuide Spodoptera Littoralis (Boisduval) in Puglia e in Basilicata.

    L’attacco in queste zone era stato già segnalato nel 2003 e nel 2006 (Sannino L. 2006). La Spodoptera è un insetto molto polifago, capace di passare indifferentemente da una pianta all’altra, anche acquatica. Gli attacchi su vite da tavola consistono in rosure a tutti gli organi epigei della pianta: foglie, radici, tralci e frutti.

    Le segnalazioni riguardano danni in fase di maturazione su varietà tardive (sett.-ott.), con rilievo di larve agli ultimi stadi di maturazione. In particolare sono state osservate erosioni e perforazioni su acini maturi; la percentuale del danno è arrivata in alcuni casi fino al 10%.

    Gli insetticidi usati per la lotta alla Lobesia B. sono attivi anche per questo insetto. Le cause dell’attacco non sono molto chiare, ma è probabile che siano da addebitare all’anomalo andamento climatico registrato in questa campagna viticola 2014 ed ad una interruzione precoce della lotta alla tignola nei lotti interessati agli attacchi di Spodoptera.

    Annamaria Fanelli

    Sannino et al. 2006. Attacchi di Spodoptera littoralis (Boisduval) alla vite in Puglia e Basilicata. Informatore Fitopatologico 1/2006: 48 – 50.

    foto 1

    Spodoptera_2

    0
    Analisi della produzione di uva da tavola in Italia
    Posted 7 settembre 2014 / By michele / italiano

    Sul sito di freshplaza è recentemente apparso un articolo (http://www.freshplaza.it/article/66812/Italia-uva-da-tavola,-Puglia-e-Sicilia-sono-le-regioni-leader) con la pubblicazione (finalmente) di alcuni dati produttivi sull’industria dell’uva da tavola italiana. Si possono finalmente fare delle considerazioni non solo basate su sensazioni ed osservazioni soggettive. I numeri danno uno scenario per certi versi peggiore di ciò che si pensava, considerando soprattutto che i dati si fermano al 2012 e non tengono conto dell’annata difficile del 2013 e di quella del 2014 ancora in corso. La produzione italiana è scesa del 25% in superficie e del 30% in peso con una perdita netta in termini di superficie produttiva e ancor di più in termini di produttività (tons per ha). La regione che più traina il ribasso è evidentemente la Puglia con una perdita di oltre il 30% della superficie ad uva da tavole e quasi il 40% in produzione. I dati in se sono molto negativi soprattutto se consideriamo che nello stesso arco di tempo paesi vicini e lontani, diretti o indiretti competitors, hanno aumentato (in alcuni casi anche di molto) le loro statistiche produttive. Tuttavia bisogna cercare di analizzare in maniera più fredda i numeri e leggere le opportunità e i cambiamenti che si nascondono nei numeri. Riduciamo, per comodità, l’analisi alle due regioni che da sole detengono il 90% della produzione.

    Read More

    OUR DREAM
    The scientific search continues for a blend of systems that will grow food naturally and be good for nature on and beyond the farm field. "That's the holy grail" says Mr. Van Horn. "An agricultural system that mimics a natural system." Michael Pollan -The New York Times - November 29th 2010
    From Instagram
    TWEETS
      Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.graper.it/home/wp-content/plugins/bean-tweets/bean-tweets-widget.php on line 158